Finanziamento personale: quali sono i vantaggi e i requisiti

24 Maggio 2021
https://www.prestivalore.com/pv/wp-content/uploads/2021/05/finanziamento-personale-vantaggi-e-requisiti.jpg

Al giorno d’oggi i finanziamenti personali sono all’ordine del giorno dato che vengono utilizzati per acquistare qualsiasi bene o servizio, dal telefono al viaggio di nozze. Persino gli shop online permettono di accendere piccoli finanziamenti per pagare un acquisto online e quindi sono diventati la norma. Dal momento che il mondo dei prestiti è molto complesso cercheremo di approfondire dandoti le informazioni di base per capire come districarsi tra tassi, tasse e costi.

La finalità del prestito

Il finanziamento personale è un prestito di una somma di denaro che puoi utilizzare liberamente, talvolta senza la necessità di giustificare la spesa presso l’istituto che la eroga. Per questo prima di spiegarti tutto quello che c’è da sapere sul prestito personale vorremmo soffermarci sulle due macro-tipologie dalle quali si diramano tutte le formule a cui potresti avere accesso: prestiti finalizzati e non finalizzati.

Prestiti finalizzati


Quando trovi questa dicitura si sta specificando la possibilità o meno di non dover rendere conto dell’acquisto o della spesa che effettuerai con il denaro prestato. Nello specifico un prestito finalizzato è quello che viene acceso presso rivenditori di beni e servizi per rateizzare il costo d’acquisto.

L’istituto di credito rilascia una commissione al venditore per aver procacciato un cliente e l’importo non viene erogato al cliente ma al negoziante. In questo caso è ovvio che l’istituto erogante è a conoscenza del bene o del servizio che desideri acquistare con il prestito.

Prestiti non finalizzati


Nel caso dei prestiti non finalizzati, invece, questi possono essere accesi presso qualsiasi banca o finanziaria. L’erogazione avviene direttamente al richiedente tramite assegno o accredito sul conto. La somma ricevuta viene utilizzata a discrezionalità del debitore e, quindi, non occorrono motivazioni specifiche da allegare alla richiesta. Si tratta di una tipologia di finanziamento non subordinata all’acquisto di un bene o servizio.

Finanziamento personale: quali requisiti servono


Per richiedere un prestito sono necessari una serie di requisiti, tra cui un’età compresa tra i 18 ed i 70 anni, un reddito dimostrabile e la proprietà di un regolare conto corrente bancario. A volte esistono anche formule di prestito personale per gli over 70 ma questo dipende dalle offerte dei vari istituti presenti sul mercato.

Ci sono poi altri requisiti che potremmo definire “interni” e che riguardano le modalità con cui gli istituti di credito determinino la possibilità di insolvenza rispetto allo status del cliente. Le banche e gli istituti di credito operano tramite sistemi automatizzati che calcolano una sorta di “credit scoring”. Si tratta del punteggio di credito che analizza statisticamente il livello di solvibilità del cliente. Inoltre l’affidabilità del richiedente deve essere anche dimostrata in caso vi siano segnalazioni al CRIF, la centrale dei rischi in cui sono riportati tutti gli inadempimenti nei pagamenti.

Dal momento che la segnalazione al CRIF per non aver rispettato il rimborso delle rate non è affatto un buon biglietto da visita perché in molti casi è motivo di diniego da parte delle banche alla tua richiesta di prestito. È per questo che molto spesso intervengono delle garanzie accessorie con cui cliente ed istituto si tutelano da eventuali insolvenze: assicurazione, garante ecc..

Come si sceglie il finanziamento personale?


Per capire di quale prestito potresti aver bisogno dovresti rivolgerti ad un intermediario o chiedere dei preventivi presso più istituti e tirare le somme circa la miglior convenienza. Questo perché i prestiti sono influenzati da due tipologie di spese: i tassi e i servizi. Tra le prime rientrano TAN e TAEG dove il primo è il tasso di interesse applicato al capitale finanziato su base annua e determina la rata di rimborso assieme alla quota capitale mensile. Il secondo, ovvero il TAEG, è il costo del finanziamento espresso in percentuale ed è comprensivo di oneri a carico del cliente.

Se il TAEG ti da la dimensione di quanto costerà complessivamente il finanziamento incluse le spese questo dovrà essere confrontato a parità di condizioni e di rata del prestito. In genere a parità di importo finanziato il TAEG si riduce all’aumentare della durata. A parità di durata, invece, il TAEG diminuisce all’aumentare dell’importo.

Cosa succede se non paghi?

Se non paghi anche solo una rata le conseguenze sono diverse. Ci sono gli interessi moratori che scattano a partire dal giorno seguente alla scadenza della rata. Per le inadempienze più gravi potrebbe verificarsi una risoluzione unilaterale del contratto e la conseguente ingiunzione di pagamento con segnalazione alla Centrale dei Rischi.

Nei casi in cui dovesse presentarsi un problema di qualsiasi natura per cui il debitore è impossibilitato a pagare la rata del prestito sarà preferibile contattare l’istituto e attivare la migliore delle soluzioni possibili.

Il debito può essere estinto prima della scadenza?

Si e no. Dipende. Considera che per ogni prestito l’istituto trae il guadagno da servizi e spese accessorie. Il tuo denaro diluito nel tempo, quindi, è il servizio stesso della banca e se tu lo interrompi anticipatamente le cose non avverranno in modo gratuito perché dovrai pagare una penale.

Questa verrà calcolata in base alle rate restanti e viene applicata in misura ridotta se la durata del prestito residua è pari o inferiore a un anno. In generale oltre alla penale con l’estinzione anticipata si ha un netto risparmio sugli interessi dovuti quando il prestito estinto aveva una lunga durata.

Modulo Home step 1 - SINGOLO STEP

prima parte del modulo
  • REALIZZA I TUOI SOGNI

    Chiedi subito un prestito

    Inserisci i tuoi dati per ricevere subito una consulenza telefonica gratuita e la migliore soluzione per il tuo prestito.
  • Inserisci un numero compreso tra 18 e 99.
  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.